Lars Rock Fest: Massimo Volume, The Pain of Being Pure at Heart|Chiusi (SI)

lars rock fest

di Roberta Camilli

Tutto pronto per la terza edizione del Lars Rock Fest, l’evento ad ingresso gratuito di Chiusi (SI) che quest’anno si svolgerà il 13 e 14 Giugno. Una line up di grande qualità con headliner del panorama nazionale ed internazionale, una location di gran prestigio tra le colline toscane della provincia senese, due giorni di arte, cultura e spettacolo. Evento consolidato dopo solo tre anni. Rock internazionale e nostrano. Collaborazioni vincenti come quella con l’Ass. Strett Food Italia. Giovani e famiglie richiamati dall’evento della Fondazione.

13 giugno –  MASSIMO VOLUME

massimovolume09

Venerdì 13 Giugno sarà il post-rock dei Massimo Volume a chiudere la prima serata del Lars Rock Fest. “Mimì” Clementi & Co. presenteranno il loro “Aspettando i barbari”, un disco duro e compatto, per moltissimi eletto miglior album del 2013 confermando la storica band bolognese, a 25 anni dalla fondazione, come punto di riferimento per tutta la scena musicale italiana. 

RADIO MOSCOW

radio_moscow

A precederli, sul palco di piazza XXVI Giugno, la miscela di rock e blues psichedelico degli americani Radio Moscow. Prodotti da Dan Auerbach (Black Keys), con Jimi Hendrix, Cream e Led Zeppelin come fonti di ispirazione, proporranno il loro quinto lp “Magical Dirt”, a pochi giorni dalla pubblicazione.

MODERN BLOSSOM

modern blossom

I Modern Blossom sono la band vincitrice del Lars Rock Contest. Nati nel 2010, vedono il concretizzarsi delle proprie sperimentazioni sonore con la pubblicazione online delle prime tracce e l’apparizione dal vivo in supporto ai Calibro 35.Il progetto diventa ben presto un duo e nel maggio 2012 pubblica Beg for More, un vortice di ipnotica ambiguità che prende vita sotto forma di arpeggi taglienti e bassline malate. La voce, intima e graffiante, conduce all’interno di atmosfere claustrofobiche e cupe, mentre trasfigurata da beats nevrotici e febbrili, trasporta soffocante verso climax stremanti quanto convincenti e fascinosi. Un esordio compatto e disinvolto, privo di superflui riempitivi e in grado, in solo sette tracce, di mescolare fra loro suadenti ritmiche electro-pop, ruvide inquietudini dark wave e glacialità noise dell’odierna witch house.

14 giugno -THE PAIN OF BEING PURE AT HEART

 

the pain of being pure at heart3

Alfieri di un’intera generazione musicale cresciuta sullo shoegaze e sul twee-pop, i newyorkesi The Pains of Being Pure at Heart chiuderanno la terza edizione del Lars Rock Fest. I primi due album li hanno fatti conoscere al mondo e resi la band più rappresentativa di un intero movimento e caposaldo della musica indipendente americana. Tra Cure, My Bloody Valentine e Jesus & Mary Chain, “Days of Abandon”, in uscita a Maggio, punta ad innalzare ancora di più l’asticella della qualità.

CAPRE A SONAGLI

Capre  a sonagli

Sarà poi lo stoner-rock de Le Capre a Sonagli a dare il via alla serata di sabato 14 Giugno. Nati come Mercuryo Cromo, assumono nel 2011 la nuova identità che li porta ad aprire importanti concerti (Afterhours, Asian Dub Foundation) fino a vincere il concorso Arezzo Wave e rappresentare la Lombardia nell’edizione 2013.

FEAR OF MEN

fear of men1

I Fear of Men completano il cast della serata del 14 Giugno.La band nasce a Brighton nel 2011 quando il chitarrista Daniel Falvey, attratto dalle sonorità ambient di alcune colonne sonore di cortometraggi sentite ad una mostra, entra in contatto con l’autrice Jessica Weiss. I loro primi demo casalingi iniziano a circolare nei più importanti blog e siti musicali fino ad essere raccolti in “Early Fragments”.”Loom”, uscito ad Aprile 2014, è interamente prodotto dalla band, che ne ha curato anche grafica e video.

(21/05/2014)

Commenta
Roberta Camilli
Roberta Camilli