XXYYXX – XXYYXX

Scheda
Rispetto al genere
8.0


Rispetto alla carriera
9.0


Hype
9.0


Voto
8.7

8.7/ 10

di Redazione

Sedici anni e un potenziale davvero notevole. Marcel Everett, teenager originario della Florida che si presenta sotto lo pseudonimo XXYYXX, è riuscito a realizzare un lavoro inaspettatamente originale e all’avanguardia. Inserire questo album in una categoria non risulta per niente semplice, in quanto le influenze e i sottogeneri dell’elettronica sono quasi tutti presenti: tracce di ispirazione ambient, chillwave, 2step e hip-hop dominano questo secondo lavoro del compositore americano. La maggior parte delle canzoni seguono la stessa formula stilistica con voci campionate su di una base di ispirazione hip-hop e con vocalità filtrate e manipolate fino a farle diventare parte integrante della composizione. La traccia di apertura, About You, ci fa entrare da subito nel mondo di XXYYXX, e con piacere risuonano da subito influenze dello stile di James Blake con il suo blues elettronico. La qualità è di alto livello e lascia l’ascoltatore senza fiato fino alla sua conclusione. Non c’è tempo per riprendersi che la traccia successiva, Good Enough, prende piede con i suoi ritmi 2step e il sample di una vocalità molto familiare. Ebbene si, è proprio No Scrubs delle TLC che Marcel sceglie per questo brano e non potrebbe ottenere un risultato migliore per uno dei pezzi più ballabili di questo lavoro, assieme a Forest Fire e le sue atmosfere orientaleggianti. Quello che più affascina di questo album sono tuttavia le tonalità oscure come in DMT, brano dalle influenze quasi trip-hop che riporta con nostalgia alla mente i Massive Attack di 100th Window. Piacevole sorpresa è Closer, chitarra acustica e bassi pulsanti vengono utilizzati per questa ballata elettronica, in cui la stessa parola viene ripetuta per tutta la durata del brano, fattore che non limita assolutamente la godibilità e la bellezza del brano. Closer esemplifica al meglio l’impeccabile senso del ritmo di questo giovane artista che mai perde il controllo nel suo espressionismo musicale. Altra traccia degna di nota è la conclusiva TIED2U, un finale mozzafiato con voci blues che trascinano l’ascoltatore in una trance quasi estatica. Con questo lavoro omonimo, XXYYXX ci ha donato un esordio che provoca sorpresa e curiosità grazie alle sue capacità di creare una musica di tale importanza. La formula delle composizioni è incredibilmente precisa e studiata e l’ideazione di paesaggi futuristici memori dei migliori esponenti della musica elettronica di questo secolo, dà finalmente speranza che sia ancora possibile soddisfare tanta aspettativa di questi tempi e dare nuova linfa vitale al genere elettronico con un suono così fresco e rigenerante.

“Rhythm is something you either have or don’t have, but when you have it, you have it all over.”  Elvis Presley

(30/11/2012)

Commenta
Redazione
Redazione