[VIDEOTEQUE] Robbie Williams ridotto all’osso: “Rock DJ”

di Edoardo D'Amato

Per chi, come il sottoscritto, è nato negli anni ’90 ed è stato fortemente influenzato dalla fortunata stagione di MTV, c’è un video che più di tutti rappresenta l’iniziazione a ciò che può essere ascritto al “proibito”:  “vietato ai minori di…” o “questo contenuto è materiale adatto alla visione di un adulto” si sprecavano prima della messa in onda del controverso video di Rock DJ. La sua visione incensurata – rigorosamente notturna, anche sul canale liberal-progressista numero 8 – mi mandò letteralmente in pappa il cervello: e chi si scorda Robbie Williams, bello e dannato, che per attirare l’attenzione di una disinteressata dj finisce con lo spogliarsi anche della propria carne? Inizialmente la pop star inglese, che balla su un cubo di una disco roteante, si libera di maglietta, jeans e slip. Poi però, vedendo l’atteggiamento strafottente e prezioso delle sue fan, decide di togliersi la propria pelle, i muscoli e gli organi, fino a diventare uno scheletro ballerino. Le donne, in estasi, banchettano con i pettorali e le natiche del divo, che finalmente ha conquistato la platea e la bella dj: Robbie, ridotto ad un mucchio di ossa color sangue, va via felice con la sua nuova conquista e così si chiude uno dei video più “intraprendenti” della storia del pop mainstream. Con questo brano, uscito nell’estate del 2000, Robbie scala le classifiche di mezzo mondo ed “entra nella bocca” di tutti, dà spettacolo, fa scalpore. Roba da accapponare la pelle.

rock 5

rock 3

(04/11/2014)

Commenta
Edoardo D'Amato
Edoardo D'Amato

Direttore. Classe 1990, ho visto nascere OUTsiders e ora cresce insieme a me. Collaboro anche presso il network www.fantagazzetta.com.