[REVIEW] Pink Mountaintops – Get Back

Scheda
Rispetto al genere
7.0


Rispetto alla carriera
7.0


Hype
7.0


Voto
7.0

7/ 10

di Valentina Battini

rsz_pm_patterson01

Il bizzarro progetto solista di Stephen McBean, frontman dei canadesi Black Mountain, giunge al quarto album proprio con Get Back, graffiante lavoro da aggiungere alla sua collezione da Pink Mountaintops. Le vette delle montagne si tingono di rosa e l’atmosfera si fa subito ossessiva e visionaria con Ambulance City, giusto per entrare senza fronzoli nel suo mood martellante ed insano. Basti pensare al videoclip in cui Stephen balla vestito da infermiera, che, girato in VHS, rafforza la reminiscenza dei Television. Intenso il post-punk di Second Summer of Love, che sembra quasi un tributo ai Clash o ai New Model Army. L’atmosfera assume una virata differente con Through All The Worry, ballata dal sapore ’90s che non sconfessa la natura di Get Back, come quella di un viaggio dentro se stesso, alla ricerca del proprio background cultural-musicale. Sell Your Soul sembra invece il manifesto glam di McBean, che assume qualche deriva alla David Bowie. Ma l’atmosfera malinconica e decadente viene interrotta da North Hollywood Microwaves, dal suo alienato scorrere, e dal delirante “monologo” rappato di una Annie Hardy dissacrante, che insieme al ritmo martellante dei fiati aggiunge un’ulteriore nota di follia all’insieme. A chiudere le danze ci pensa The Last Dance che come un uncino affilato capace di afferrare il cuore e le orecchie, affascina con il suo ritmo crescente e poi pronto a collassare a suon di assoli di chitarra e riff di basso. Get Back esprime tutta l’aberrazione della società moderna, un’isteria contemporanea. Accarezza la pelle con carta vetrata correndo sempre sul filo di sonorità sporche, lo-fi. Un risultato niente male, tra sonori flashback allucinati ed un’indole dal fascino torbido.

(20/10/2014)

Commenta
Valentina Battini
Valentina Battini

Studentessa di giurisprudenza all'università di Catania e scrittrice a tempo perso con l'insana tendenza ad intrufolarsi in camerini e backstage. Appassionata di rock,indie e alternative.