Midnight Spin – Don’t Let Me Sleep

Scheda
Rispetto al genere
7.5


Rispetto alla carriera
7.5


Hype
6.5


Voto
7.2

7.2/ 10

di Federico Norcia

Delusi dalla “fail-trilogìa” di Billie Joe Amstrong e soci, amareggiati dal 2nd Law dei Muse, disillusi da Battle Born dei Killers, i divoratori di punk-rock e pop-rock non avranno di certo concluso l’ormai defunto 2012 nel migliore dei modi. Ecco che però il 2013 si apre all’insegna di nuovi volti che si spera possano portare un po’ d’aria fresca ai cultori di questi generi.

In tal senso siamo felici di presentarvi i Midnight Spin, apparsi per la prima volta nel 2009 con Through the Mojo Wire , il quale, però, conteneva appena cinque tracce e, successivamente, con una serie di singoli (Neuroin, Lion Run). Don’t let me sleep è, perciò, ciò che potremmo definire l’ album d’ esordio di una band già ben rodata e che si propone di prendere “a calci nel posteriore” tutti i mostri sacri di cui sopra. E ad un primo veloce ascolto pare proprio che ci siano riusciti. Se non basta il ritmo incalzante di Lion Run (prima traccia dell’album) a covincervi, troverete sicuramente maggiori certezze nella bellissima Conchis Bliss.…Altro che Kill the DJ !

Andando avanti si possono trovare alcuni dei singoli pubblicati dalla band già nel 2012, come ad esempio Neuroin, una delle perle del lavoro dei Midnight Spin. C’è anche un po’ di indie camuffato in mezzo alle note del punk-rock: in brani come Phantoms infatti si intuisce un’influenza (non tanto strumentale quanto melodica) “in stile Bloc Party”. Non mancano poi le ballatone pop-rock come The Other Side of the world, traccia di chiusura (in bellezza) di Don’t Let Me Sleep. Tirando le somme i Midnight Spin non si sono inventati nulla di nuovo, questo è vero, ma hanno colto quella che è la vera essenza del pop-punk-rock e l’hanno riportata agli splendori di un tempo, dimostrando ottime qualità tecniche ed una buona vena creativa. Tenendo a mente che in fondo Don’t let me sleep è un debut-album, abbiamo un motivo in più per essere entusiasti e soddisfatti di questo disco, la cui data d’uscita è prevista per il 15 Gennaio 2013.

(24/01/2013)

Commenta
Federico Norcia
Federico Norcia