Marco Polo, Bassi Maestro & Ghemon – Per La Mia Gente/For My People

Scheda
Rispetto al genere
8.0


Rispetto alla carriera
8.0


Hype
8.0


Voto
8.0

8/ 10

di Lorenzo Li Veli

Un esperimento unico nel suo genere: per la prima volta nella storia, un produttore straniero si occupa della realizzazione di un cd rap italiano. I protagonisti sono noti: il veterano Bassi Maestro, storia dell’hip hop nostrano, Ghemon, rappresentante di quella generazione che fa da collante tra i pionieri e i nuovi arrivati, e Marco Polo, uno dei pià affermati produttori del sottobosco underground statunitense (Port Authority, il suo disco d’esordio del 2007, aveva entusiasmato pubblico e critica). Tre personaggi che masticano rap da anni e che, nonostante le soddisfazioni ottenute, sono ancora affamati. La coppia Ghemon e Bassi avevano già collaborato in L’amore dov’è, contenuta in Musica che non si tocca, disco di Shocca e Bassi Maestro uscito ormai un anno e mezzo fa. Per la realizzazione di Per la mia gente/For my people, i due mc italiani sono volati a New York, nel cuore pulsante di questo genere, a respirare la storia dell’hip hop: un progetto unico e ambizioso dal risultato esaltante.
L’ep dimostra una perfetta alchimia tra i tre artisti: Marco Polo riesce a creare uno sfondo musicale coeso, che si incastra perfettamente con le rime dei due rapper. Melodie che si rifanno alla tradizione, suoni smooth e conditi da tocchi di soul (il singolo omonimo) e funk. Del resto si sapeva: Marco Polo è uno dei più validi produttori in circolazione. Non è solo Polo, però, la superstar del progetto. Al microfono due tra le più solide realtà del rap italico. Storie di vita vissuta quelle raccontate nell’ep: Bassi e Ghemon descrivono con grande abilità la realtà che li circonda, condendola di riflessioni personali mai banali. Rap vero è un grido d’orgoglio per chi ha dedicato una vita intera alla diffusione di questa cultura, nonostante una punta di amarezza, mentre Str*nzate e Musica è un inno goliardico di due artisti che non vogliono abbandonare il Peter Pan che è in loro. Non manca, la canzone dedicata al gentil sesso, Niente di buono, dall’insolito sapore agrodolce. Per la mia gente si apre con un bella dose di scratch (Meglio se chiedi a qualcuno), attività tanto bella quanto in disuso al giorno d’oggi in questa musica, e si chiude con un canzone potente, che rimanda alle melodie anni ’90 (Get Live!!!), con featuring “ciliegina sulla torta” di Torae: un progetto che si apre e si chiude all’insegna della tradizione.
Per la gente è un ep che vuole parlare a tutti quelli che amano dal profondo la cultura e la musica hip hop. E ci riesce dannatamente bene.

(29/10/2012)

Commenta
Lorenzo Li Veli
Lorenzo Li Veli

Caporedattore e gestore della sezione black music. Studente della magistrale di Ingegneria Energetica @ Politecnico di Torino