[REVIEW] En?gma – Foga

Scheda
Rispetto al genere
8.0


Rispetto alla carriera
8.0


Hype
8.0


Voto
8.0

8/ 10

di Redazione
eni1

“Mi chiamo Marcello: non a caso ho la classe di Mastroianni”: En?gma tra i top player della stagione, categoria: rap tricolore

di Carlo Cian  –  Dopo uno Street album e un EP acclamati da critica e pubblico, e dopo ben due Machete Mixtape che hanno creato un abisso tra la crew sarda e buona parte della concorrenza, En?gma estende il suo curriculum già traboccante di note di merito. Con Foga il l’mc dimostra di essere cambiato, molto maturato. Al centro di tutto la sua voce, capace letteralmente di catturare. En?gma è un vulcano in eruzione. Le sue rime sono aggressive, le sue storie sono sparate a raffica, dritte in faccia e poi piantate come un chiodo nell’orecchio dell’ascoltatore. Flow sciolto, vocabolario ricco, insomma, ha un poker d’assi nella manica. Salmo, che compare ai fornelli di produzione di May Day singolo che ha anticipato l’album, questa volta lascia libera la scena e dà la possibilità al suo compare di prendersi totalmente la scena. Ascoltando una traccia non si può fare a meno di passare a quella successiva, grazie al giusto feeling tra ritmi old-school e aggiunte qua e là di sound più moderno. I featuring ovviamente non mancano: i suoi fratelli Nitro, Dj Slait e El raton lavorano insieme lui per spingere oltre la vetta questo disco con perle come Straordinario Gentlemen. Foga e arguzia a braccetto. Se nutrivate dubbi nei confronti del giovane rapper di Olbia fate il carico di Rabbia Random e probabilmente cambierete opinione. En?gma ha dato tutto se stesso per questo disco dimostrando di essere tra i top player della categoria

(10/05/2014)

Commenta
Redazione
Redazione