Chinasky – Third Untitled Album

Scheda
Rispetto al genere
6.5


Rispetto alla carriera
6.8


Hype
8.5


Voto
7.3

7.3/ 10

di Lorenzo Modica

No, non esistono più. E allora perchè pubblicare un album a quattro anni di distanza? Ebbene, questa è la storia dei Chinasky, band che si è sciolta tra il 2008 e il 2009 per dirigersi a membri sciolti in altri progetti, vedi: Maya Galattici e Manta Rays. Se partiamo dalla loro data di fondazione però, troviamo che nel 2001 avevano inciso il loro primo album dal titolo Hot Sounds & Remastered Polp Music,  un album composto da sei brani dalla forte ispirazione sixties, con incursioni pop e riverberi da Stereolab. Nel 2003 iniziano a scrivere e registrare “Great Taste Hits“, affidando la produzione artistica a Marco Posocco, fonico live e studio per P.F.M., Morgan, Afterhours; album che viene presentato dal vivo a Londra al Buffalo bar e all’Hope & Anchor di Islington, dove tutto sembra ormai decollare verso la grande consacrazione. Inoltre queste date sono state riprese e montate creando un film/documentario delle esibizioni d’oltre manica dal titolo Upper Street Tour. Ed ecco che arriviamo ad oggi, o meglio al 2007 quando i Chinasky decidono di registrare l’album che è stato rispolverato tra vecchi scaffali e riportato alla luce solo oggi: Third Untitled Album. Stiamo parlando di un album che è la perfetta evoluzione dei precedenti. Se il primo era più portato a suoni psichedelici e sixties, e il secondo ondulava tra suoni low-fi e spaziali; ecco che Third Untitled Album è il raccordo tra questi suoni. Il brano Sex, Oil And Guns è il modello di questo disco; regala due voci che richiamano suoni rock e che strizzano occhi ad un dolce punk da definire quasi rilassante. La voce di Katya Scarpulla è grintosa nel suo modo sottile di cantare, ed è abile a rimbalzare tra i suoni psycho delle chitarre.
Peccato che non possano ripetersi. Da elogiare la scelta sicuramente saggia di pubblicare il disco e di non lasciare che il trascorrere del tempo lo consegnasse all’oblio.

(05/11/2012)

Commenta
Lorenzo Modica
Lorenzo Modica

Redattore. Scrive sul webzine OUTsiders dal 2011, frequenta la facoltà di Lingue e Letterature Straniere presso l'Università di Studi di Torino. Appassionato di rock, indie rock, e sottogeneri. Contatti: owomoyela90@gmail.com