Chickenfoot – LV

Scheda
Rispetto al genere
7.0


Rispetto alla carriera
7.0


Hype
7.0


Voto
7.0

7/ 10

di Valerio Modica

Un supergruppo che nasce per caso, in Messico, dopo che Sammy Hagar scopre che il suo vicino di casa è Chad Smith dei Red Hot; a loro si unisce quel “mostro” di Joe Satriani e insieme a lui,  Michael Anthony, ex Van Halen. Tutti gli stili dei musicisti si fondono alla perfezione, hard-rock venato di blues,  ma con una sua precisa identità. Ora dopo i primi due dischi di ottima fattura ci regalano un bell’album live che racchiude le loro splendide performance di Phoenix e Seattle. Questo è un supergruppo con un’anima, dove Satriani trova in Hagar la spalla perfetta, liberato dalle convenzioni e dalla disciplina della chitarra strumentale, mentre  Chad, insieme ad Anthony, crea una sessione ritmica pazzesca. Il disco è una granata hard-rock: le prime quattro tracce, dalla resa sonora pressoché perfetta, sono estrapolate da III e risalgono al tour americano di quest’anno, mentre le successive cinque provengono dal concerto di Phoenix del 2009. Ottima la scelta dei brani in cui si riconosce ancora la voce graffiante del vecchio Hagar, che durante i tour, grazie anche ai suoi testi non propriamente filosofici, aizzava il pubblico come se suonasse in un bar di spogliarelliste e camionisti pronti ad alzare l’ennesima Bud in nome del Rock ‘n’ Roll.
Se volete avere tra la vostra collezione un album dal vivo, non perdete l’occasione, LV fa al caso vostro.

(31/12/2012)

Commenta
Valerio Modica
Valerio Modica

Studente di cinema al DAMS di Torino,appassionato di musica suona sia il basso che la tastiera.