Brandt Brauer Frick – Dj Kicks

Scheda
Rispetto al genere
7.0


Rispetto alla carriera
6.5


Hype
7.5


Voto
7.0

7/ 10

di Giorgio Albano

brandt-brauer-frick-harry-weber-1I tre djs berlinesi Brandt Brauer Frick tornano sulla scena ad un solo anno di distanza da Miami, ultimo loro effettivo lavoro in studio. Dj Kicks è però un album del tutto fuori dagli schemi ,proprio come i suoi tre padri biologici che non sono affatto nuovi a lavori quantomeno originali. Partiamo col dire che Dj Kicks può essere definito una raccolta di pezzi live. Ognuno dei tre componenti del gruppo ha selezionato e mixato per l’occasione alcuni brani.  La vera peculiarità è che il disco è stato registrato in presa diretta e senza interruzioni in un locale di Berlino, proprio come se si trattasse di un vero live. Per via delle particolari modalità di registrazione si è optato per dare vita a questo esperimento in assenza del pubblico, i cui rumori avrebbero sicuramente inficiato sulla qualità del suono; tuttavia per controbilanciare questa decisione e dare al lavoro un’anima prettamente live si è deciso anche di non svolgere alcun lavoro di post produzione su quanto registrato.  Il risultato è un live formato da 28 tracce di vari artisti elettronici mixate sul momento e riadattate a dovere dai tre djs berlinesi. Ciò che stupisce di più, sapendo le modalità della genesi del disco, è la coesione e la compatibilità musicale di tutte le tracce, soprattutto a livello di suoni. Ad aumentare l’interesse per il lavoro, già alto per  via delle sue peculiarità, ci sono tre pezzi inediti del gruppo, prodotti appositamente per l’occasione: Hugo, Out Of Tash  e “Bommel”. I Brandt Brauer Frick hanno anche coinvolto nel progetto Dj Kicks tanti loro colleghi, cosi da aumentare notevolmente il numero delle canzoni inedite utilizzate nel mixaggio e affiancare ad un sound e un anima prettamente live la possibilità di poter vantare una decina di pezzi ancora mai ascoltati.  Glen Astro, Dollkraut, James Braun e Cosmin TRG sono solo alcuni degli artisti che hanno “donato” una traccia alla causa Dj Kicks. Questo rende il disco assolutamente innovativo elevandolo, se ancora ce ne fosse bisogno, dalla categoria dei semplici Live. Parlando dello stile generale i BBF giocano sapientemente sulle varie sfaccettature della minimal e della techno creando un disco particolarissimo, e all’inizio forse addirittura un po’aspro, ma molto coinvolgente e interessante sotto tutti i punti di vista.

(04/03/2014)

Commenta
Giorgio Albano
Giorgio Albano

Redattore.