[REPORT] Preview Eleva Festival 2k16: connessioni electro a Reggio Emilia

di Redazione

Preview Eleva Festival 2k16: to be or NET to be, le connessioni electro tornano a far ballare Reggio Emilia.

di Laura Sarti – Lo scorso venerdì 10 giugno la pioggia che ha segnato la prima metà del mese ha dato un po’ di tregua, permettendo così lo svolgimento di uno degli eventi più attesi del weekend emiliano: la preview della quarta edizione dell’Eleva Advanced Music Meeting, a Reggio Emilia.
Eleva è il festival sperimentale di musica elettronica ed arti visive che ogni anni, alla fine dell’estate, accende la città di input digitali.
Quest’anno tutto gira attorno alle connessioni: “to be or NET to be” è il claim della rassegna, e come novelli Amleto in un labirinto digitale prendiamo coscienza del labirinto di intrecci in cui ogni giorni ci districhiamo.
20160610_230228
Teatro della preview sono stati i Chiostri di San Domenico, in pieno centro storico. Gli artisti si sono alternati su due differenti palchi, il principale predisposto nel cortile dell’Istituto Musicale Peri e l’altro, in un’atmosfera tra il fiabesco e il surreale, nell’area del cinema estivo.
Sul Garden Stage ha aperto le danze TMN coi suoi suoni ambient e sognanti, a seguire i live di PietRow e del polistrumentista Stèv, che ci hanno accompagnato nel vivo della serata.
Il Main Stage si è scaldato in fretta con i set di MGBB e di Giacomo Pellegrino, per poi lasciare spazio alla techno dal sapore berlinese di Iommi, che ha regalato perle di vera club culture portando i presenti avanti e indietro nel tempo. A conclusione della serata i Black Loops, che hanno fatto ballare fino alle due tutti i partecipanti, incollandoli alle casse con il loro groove.
Una partenza che sicuramente promette benissimo, quella dell’Eleva 2016, in attesa di riconnetterci a settembre.
 20160610_234432(0)
(21/06/2016)

Commenta
Redazione
Redazione